mercoledì 7 marzo 2018

la festa della donna -amodonostro

La festa della donna la collego sempre a ricordi legati alla mia infanzia, il primo su mio papà ve l'ho raccontato su instagram, il secondo è di mio nonno
che tutti gli anni nel giorno dell'8 marzo spariva per qualche ora ,
da piccola mi chiedevo come fosse possibile perché lo vedevo allontanarsi a piedi tramite i campi dietro casa e non mi capacitavo del fatto che al suo rientro avesse così tanti fiori da consegnare a tutte le donne di casa, quel suo gesto mi ha sempre fatto una grande tenerezza anche ora che è solo un lontano ricordo. Per mia nonna era sempre il mazzo più grande quello con una fiorita orchidea al centro, io adoravo quel momento delle consegne.. osservavo quel piccolo raccoglitore contenente l'acqua aggiunto all'ordichea, la proteggeva quasi a darle più importanza dei fiori che la circondavano, e poi ovviamente c'erano le mimose, tante, per tutte di diverse dimensioni in base alla nostra età.

ph via pinterest (non sono riuscita a risalire alla fonte originale se qualcuno me la segnala ovviamente la aggiungo subito)


Ed è nel giorno della festa della donna che colgo l'occasione per iniziare a presentarvi un progetto nato dalla collaborazione di due donne...


tutto è ancora in fase di costruzione, ma non resisto all'idea di rendervi partecipi di questa novità.
Ci sarà la mia Sartoria, il mio mondo oramai lo conoscete un pochino, e ci sarà Silvia, donna che stimo moltissimo e con la quale da subito ho avuto una grande affinità.


Silvia ha un negozio di bijoux nel centro storico di Cittadella, ha un gusto raffinato, è una donna piacevole, solare e pure molto bella  e io non vedo l'ora di raccontarvi che cosa stiamo creando..


Vi lascio solo qualche foto per anticiparvi questa nuova parte di Sartoria che sarà un pò me un pò Silvia e direi un pò AmodoNostro.

grazie per la vostra visita, e soprattutto buona festa della donna, mi raccomando ricordate di celebrarvi ogni giorno

un abbraccio

Fede

lunedì 29 gennaio 2018

ricomincio da qui

amo gli anni pari,
da sempre,
nella mia vita sono sempre stati gli anni pari a segnare novità e cambiamenti.

Credo sia in questo anno pari che ho bisogno di cambiare diverse cose
in questo mese sono stata osservatrice
ho pubblicato pochissimo su instagram, mio primo social direi quello del cuore,
mi sono lasciata sovrastare dalla mia famiglia
diciamo che tre figli sono in grado di assorbire totalmente il tempo che ho
è stato un mese di riflessione su cosa voglio veramente da questo 2018 perchè in fondo porsi degli obbiettivi non è affatto male, anzi direi un grande stimolo

lavorare da casa ha dei grandissimi vantaggi , poter gestire i bimbi in primis , ma ho bisogno di riuscire a focalizzare tutto in modo diverso, quest'ultimo anno con l'arrivo di Leone è stato un anno in cui ho più trascinato che realizzato, mi è sembrato un anno che è volato via, un anno che non sono riuscita,a livello lavorativo, a imprimere nella mia mente come volevo.

ho dei progetti in un cassetto qui vicino al computer, credo sia arrivato il momento di aprirlo,
ho bisogno di dirvi grazie perchè non ho davvero parole per esprimere la mia gratitudine
voi ci siete, vi accorgete di tutto, mi scrivete messaggi meravigliosi di sostegno e io non posso che dire grazie.


ieri mi avete scritto in tantissime chiedendomi la ricetta
vi lascio il link qui troverete tutti i passaggi nel delizioso blog di Enrica @chiarapassion

un'ultima cosa
 secondo voi newsletter si o no?

buona settimana

un abbraccio

Fede